La soluzione più economica per una corretta vigilanza è un’analisi delle acque che verifichi periodicamente lo stato di salute dell’impianto.


È del 2001 il decreto che “disciplina la qualità delle acque destinate al consumo umano al fine di
proteggere la salute umana dagli effetti negativi derivanti dalla contaminazione delle acque, garantendone la salubrità e la pulizia” (D.Lgs.31/01 art.1).
ICT Genesia aggiunge il proprio caratteristico valore aggiunto consegnando al Legale Rappresentante non solo un semplice report delle analisi eseguite ma anche presentando le possibili soluzioni per intervenire efficacemente in caso si renda necessario. L’Amministratore avrà la certezza di essersi adoperato nella maniera più intelligente per tutelare le persone che vivono nello stabile, limitare i rischi relativi alla propria figura prestando attenzione al tempo stesso al risparmio economico del Condominio.

Oggi infatti le responsabilità coinvolgono diversi protagonisti.

• Il gestore dell’acquedotto è responsabile della verifica delle acque fino al punto di consegna (contatore).

L’Amministratore invece è responsabile dell’impianto per la distribuzione dell’acqua fino alle
diramazioni verso le unità immobiliari, quindi deve vigilare affinché la sistemazione e la conservazione delle condutture comuni non cagioni danno alla salute dei condomini e dei terzi.

La soluzione più economica per una corretta vigilanza è un’analisi delle acque che verifichi periodicamente 
lo stato di salute dell’impianto.

Queste analisi vanno realizzate con particolare cura e competenza e secondo i termini di legge.
Per questo ICT Genesia si avvale di Laboratori Analisi Acque riconosciuti dalla Regione Lombardia e accreditati SINAL.

Viene così controllata la qualità dell’acqua che beviamo, utilizziamo per lavarci, per preparare i cibi
e per far funzionare gli elettrodomestici. Questo intervento garantisce all’Amministrazione di essere in regola, con minimo impegno di tempo ed a un costo veramente esiguo.




Web Agency